Il lato oscuro dei Social Network : manipolazione e polarizzazione nelle società odierne

Feb 5, 2021 | News

Lo scorso settembre la piattaforma Netflix ha pubblicato il docu-drama The Social Dilemma. Le numerosissime visualizzazioni hanno scatenato un dibattito piuttosto acceso sul mondo dei social media e, soprattutto, su come questi diffusissimi mezzi influenzino le vite degli utenti e delle società. Il documentario è una sorta di dietro le quinte che svela i meccanismi psicologici di rinforzo intermittente positivo indotti negli utenti da raffinati algoritmi di intelligenza artificiale. Questi ultimi hanno come obiettivo la creazione di una dipendenza dal social network da un lato e una selezione mirata dei contenuti volta alla gratificazione dell’utente, dall’altro. 

In questo modo si riceve una mole di dati ed informazioni deformate dalle proprie preferenze personali che costituiscono un mondo virtuale; l’utente si muove ed interagisce in questa “nuova realtà’’ insieme a persone che condividono visioni ed idee simili, abbassando fortemente la propria capacità critica e di esposizione ad opinioni diverse. L’attenzione degli utenti, il loro tempo, ed il cambiamento delle loro abitudini diventa, così, il prodotto che i social network vendono al miglior offerente: compagnie pubblicitarie, multinazionali, grandi imprese nazionali. L’attività di influenza che i social network hanno sulla psiche umana non si è poi limitata all’ambito del comportamento dell’utente in quanto consumatore di beni e prodotti, ma si è estesa al mondo delle idee e delle opinioni.

Chi utilizza i social viene dunque esposto a un processo di continuo rinforzo della propria visione del mondo che non prevede, di fatto, mai esposizione ad informazioni interpretate diversamente dalle proprie credenze. Tali meccanismi restituiscono un mondo in cui le visioni politiche e sociali tendono sempre più a polarizzarsi e a radicalizzarsi, e non ad essere la sintesi di un processo di sano confronto. Con l’aiuto dei meccanismi propri del marketing, i social, grazie alla mole di dati e ai loro algoritmi influenzano le informazioni, propongono notizie verosimili, che possono essere fake news, e creano società sempre più conflittuali e sempre meno fondate sui principi della democrazia. In sintonia con gli obiettivi della Fondazione Antonio Megalizzi, l’intento del regista di The Social Dilemma è quello di dare maggiore consapevolezza ai lettori di un fenomeno nocivo e ad oggi dilagante nelle società industrializzate. 

A cura di Domenico Licheri e Davide Orsitto.